L’analisi dei volumi attraverso il volume profile – Analista Simone Rubessi

Scritto il alle 16:20 da Il Respiro del Grafico


DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono semplici pareri personali dell’autore, con esclusiva finalità educativa e didattica, il suo contenuto non costituisce alcuna forma di consulenza o “raccomandazione di investimento” o “incentivo all’investimento” né in forma esplicita che implicita. Nulla di quanto riportato ha lo scopo di prestare consigli operativi personalizzati, di acquisto e/o vendita, nè raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online ed alla sua situazione finanziaria. L’autore del presente articolo avvisa che quanto scritto o previsto è un semplice punto di vista personale e non deve assolutamente essere considerato attendibile o adatto per possibili guadagni futuri.  Chiunque utilizzi queste informazioni per scopi diversi da quelli didattici lo fa esclusivamente di propria iniziativa e sotto la propria esclusiva responsabilità.


L’analisi dei volumi attraverso il volume profile – Analista Simone Rubessi

Buongiorno, quest’oggi vorrei parlarvi dei volumi in borsa. I volumi sono uno dei fondamentali più efficaci nel trading, in quanto non possono essere manipolati dalle mani forti, a differenza dei prezzi. Nonostante questo molte persone non li usano nelle loro analisi; nell’operatività di Top Trading Academy non possono mancare benchè non siano un prerequisito per fare profitto.

Detto questo voglio spiegarvi come noi li utilizziamo in modo da darvi una chiave di lettura alternativa alla vostra se già li utilizzate nel vostro trading o del  tutto nuova se non li usate proprio.

Nell’immagine potete vedere il Volume Profile, lo strumento che usiamo per analizzare i volumi, il quale indica:

  1. La quantità di volumi per il periodo indicato su ogni livello di prezzo,
  2. I contratti sell e buy,
  3. Il POC( linea rosa) che mostra il livello dove ci sono state il maggior numero di contrattazioni.

Questo strumento quando lo utilizziamo, lo settiamo su base ciclica in relazione al ciclo che vogliamo tradare.

Come potete vedere in assenza di volumi i prezzi invertono, un’altra informazione importantissima è che il Poc ci mostra a che livello operano le mani forti sul mercato, nello specifico prima di un’inversione ribassista il Poc sarà nella parte alta del Volume profile(cerchi Blu in figura) e viceversa. Se una tendenza inverte senza un Poc nella posizione giusta quella sarà una tendenza molto debole e instabile.

Partecipa al nostro percorso formativo gratuito con una strategia in regalo, applicabile fin da subito. CLICCA QUI PER ACCEDERE: 

https://goo.gl/nxjQQV



Per visionare l’articolo completo clicca su:
 https://ratingconsulting.wordpress.com/

Per informazioni sull’articolo di Rating&Consulting inviare un’email a:
[email protected]


PERCORSO TECNICO CICLICO PREDITTIVO, ANALISI VISIVA DEL BATTLEPLAN E UTILIZZO DEGLI INDICATORI CICLICI

Per informazioni e iscrizioni:
Ing. Francesco Filippi 349 466 18 24
[email protected]



 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
3 commenti Commenta
Roberto Semprini
Scritto il 28 giugno 2018 at 8:36

Ciao, il POC non è il livello dove operano le mani forti sul mercato, ma è il prezzo, situato nell’area di valore ( Value Area) nel quale sono avvenuti il maggior numero di scambi, in sostanza il prezzo che in quella giornata gli operatori ( il mercato) ha considerato “equo”. Anche la posizione del POC per determinare la classica P o b con i volumi sui massimi o minimi della figura non è sempre cosi’ determinante. Se ti analizzi delle serie storiche ( è dal 2001 che lo utilizzo )ti accorgerai che dopo una P ( distribuzione) o b ( accumulo) ( concetti non sempre veritieri ) ci sono state giornate completamente opposte a quello che si aspettava.

    Il Respiro del Grafico
    Scritto il 29 giugno 2018 at 1:27

    Ciao, Ti garantisco che se lo setti in fase ciclica correttamente funziona benissimo, lo uso da anni. Ovviamente il Poc è il punto dove ci sono il maggior numero di contrattazioni, ma nel caso di accumulazioni o distribuzione indica anche dove le mani forti comprano.
    Simone Rubessi

Roberto Semprini
Scritto il 29 giugno 2018 at 9:00

Ma dai , sono 30 anni che faccio trading e gestione , queste cose vanno bene per vendere corsi, la realtà è ben diversa. Il Poc è giornaliero, se lo fai cumulativo con altri programmi sul settimanale per vedere lo sviluppo dei volumi su quali prezzi sono confluiti non significa nulla se non ci associ gli Open Interest , cioè le posizioni reali aperte in quella circostanza e ancora a mercato . Possono essere solo una mole di volumi scambiati in day trading e non aver alcun significato. Per quanto riguarda l’analisi ciclica , gann , perdonami la franchezza , ma rispettando sempre le idee di tutti , la ritengo una fregnaccia mostruosa. Uno sviluppo di volumi alla fine di un mensile o ciclo trimestrale non significa nulla, i prezzi sono sovente random, le lingue di Bayer che stoppano tanti ciclisti ne sono una prova . In trenta anni di trading pensi che non abbia visto migliaia di simulazioni fatte considerando innumerevoli variabili/situazioni? Ho conosciuto centinaia di trader, ingegneri, programmatori in diverse situazioni lavorative e sono a mercato 8/10 ore al giorno. I corsi sono una cosa, il trading ….e i gain un altra. Le mani forti……vabbè, meglio chiuderla qui , sono discorsi complessi e non si possono fare in due righe senza neppure conoscere il grado di conoscenza/preparazione dell’interlocutore. Buon lavoro !

Segui il blog il respiro del grafico, Registrati!!!
Articoli dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Si aspetta la FED anche se al momento nulla cambia. Che sia portatrice di volatilità? Forse si ma
Il tema del debito è stato discusso su queste pagine non so quante volte. E ripartire dall’in
Ftse Mib: l'indice italiano entra in una settimana molto importante e delicata visto la presentazion
Guest post: Trading Room #292. Il segnale sul grafico FTSEMIB settimanale è interessante ed è de
Finalmente esiste il testo sul taglio delle pensioni d’oro. Annunciato all’inizio di agosto, è
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, guardiamo un po’ cos’è successo al nostro indice di
DJI Giornaliero   Buonasera a tutti, rieccoci con il nostro appuntamento mensile che