In arrivo un nuovo crack? – Analista Simone Rubessi

Scritto il alle 1:19 da Il Respiro del Grafico


DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono semplici pareri personali dell’autore, con esclusiva finalità educativa e didattica, il suo contenuto non costituisce alcuna forma di consulenza o “raccomandazione di investimento” o “incentivo all’investimento” né in forma esplicita che implicita. Nulla di quanto riportato ha lo scopo di prestare consigli operativi personalizzati, di acquisto e/o vendita, nè raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online ed alla sua situazione finanziaria. L’autore del presente articolo avvisa che quanto scritto o previsto è un semplice punto di vista personale e non deve assolutamente essere considerato attendibile o adatto per possibili guadagni futuri.  Chiunque utilizzi queste informazioni per scopi diversi da quelli didattici lo fa esclusivamente di propria iniziativa e sotto la propria esclusiva responsabilità.


In arrivo un nuovo crack? – Analista Simone Rubessi

Ieri sera mi parlavo al telefono con un mio cliente ed amico R.G, conversando mi raccontò che aveva letto un articolo riguardante le diverse abitudini di spesa americane in relazione alle nostre, l’enfasi era posta sul fatto che negli USA molti Americani medi arrivano a possedere fino a 100 carte di credito. Ciò significa che viene concesso un’ammontare di credito molto superiore alle garanzie che il correntista può dare.

Potrebbe verificarsi un nuovo fenomeno stile “mutui subprime” nel 2008?

Con questo inciso non stò affermando niente, ma sicuramente qualche similitudine con il fenomeno verificatosi nel 2008 c’è, ovvero che queste concessioni di credito alla lunga non sono sostenibili.

Se dovesse accadere creerebbe una reazione a catena degna di nota.

Certamente se dovesse accadere seguendo i Big Boys dovremmo riuscire a scamparla, in quanto loro certamente non perdono soldi neanche in questi casi.

Ti piacerebbe avere una strategia di trading GRATIS che ti permetta di capire meglio questi concetti ?

CLICCA SUL LINK ed accedi subito ai video https://goo.gl/nxjQQV

Ti invito a praticarla in simulata per apprenderla bene, poi quando ti sentirai pronto potrai iniziare a fare sul serio.



Per visionare l’articolo completo clicca su:
 https://ratingconsulting.wordpress.com/

Per informazioni sull’articolo di Rating&Consulting inviare un’email a:
[email protected]



ABBONAMENTO GIORNALIERO VIEW SULL’EURODOLLARO

Per informazioni o abbonamento:
Ing. Francesco Filippi 349 466 18 24
[email protected]


PERCORSO TECNICO CICLICO PREDITTIVO, ANALISI VISIVA DEL BATTLEPLAN E UTILIZZO DEGLI INDICATORI CICLICI

Per informazioni e iscrizioni:
Ing. Francesco Filippi 349 466 18 24
[email protected]



VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Segui il blog il respiro del grafico, Registrati!!!
Articoli dal Network
Analisi Tecnica Perso il supporto in area 19000 il nostrano si porta subito al test del supporto a
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno, siamo quasi arrivati al dunque sul principale indice dell’eur
DJI Giornaliero Buonasera e ben ritrovati per l’analisi sull’indice mondiale per eccellen
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2017 Range: 19667 – 24876 Uscit
La settimana ha avuto come grande protagonista il petrolio. E i mercati sembrano prendersi un pi
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano tenta di recuperare i 19.000 punti in apertura. In caso di break dei 19.