Analisi Eur/Usd Martedì 11 Novembre 2014

Scritto il alle 20:30 da Il Respiro del Grafico

PREVISIONE  
Eccoci ora al quarto ciclo Weekly del mensile in corso la cui fine avevo previsto inizialmente per il 3 Novembre ma che poi ho dovuto aggiustare al 12 Novembre e che potrebbe essere avvenuta il 7 anche se con un Weekly molto corto. Questa indecisione sull’inizio dei cicli dipende spesso da movimenti del prezzo verso nuovi minimi che ci costringono a definire l’inizio del ciclo successivo solo quando questo ha rotto al rialzo livelli resistivi che si manifestano solo alcuni giorni dopo.

Poco male se la nostra operatività è di medio lungo periodo e soprattutto se non operiamo long, quindi contro trend, come potremmo esserlo in questi giorni se a tutti i costi volessimo farlo. Operazione che potremmo però fare solo su un ciclo superiore, come quello mensile, o su un suo sotto ciclo Weekly a patto di sapere su quale operare dei quattro che compongono un mensile.

Tornando al Weekly iniziato il 3 Novembre, una lunghezza di un ciclo simile di cinque giorni dovrebbe insospettirci, ma come sappiamo il mercato fa quello che vuole; sta a noi capire perché sta avvenendo un movimento piuttosto che un altro e adattarci.

Se dovesse essere corretto questo inizio, adesso assisteremmo al famoso rimbalzo verso area 1,26 come detto nella precedente analisi con l’inizio del nuovo ciclo Annuale.
In questo momento, che scrivo questa analisi (ore 19:00), il prezzo sta affrontando la mezzeria del canale (in blue) del secondo ciclo a Tre Giorni (2/3 gg) e se dovesse romperla si troverebbe come resistenza il primo quarto del canale ribassista Annuale (in verde). Se dovesse rompere anche questa resistenza la strada sarebbe libera almeno fino ad area 1,2540.
Prima di questa rottura vediamo se farà una figura di congestione compresa nel triangolo in azzurro (ritrovandosi domani mattina nuovamente in area 1,2430) o se brekkerà direttamente i livelli indicati oggi.

Come accennato nell’articolo scorso, prendendo come riferimento il segmento rosso (A) con frecce del massimo scorso del 15 Ottobre, il valore 1,2625 potremmo trovarlo esattamente il 19 Novembre dopo un ciclo Weekly completo (7 gg) insieme ad un paio di giorni del successivo.
A tale valore si troverebbe la seconda media mobile Daily (in arancione) e la mezzeria del canale ribassista Annuale (in verde tratteggiata).
Attendiamo quindi le prossime due giornate per vedere dove si posizionerà il massimo della seconda onda rialzista del probabile Weekly appena iniziato.

Dopo il primo Weekly poi, le quattro giornate successive all’eventuale massimo, sarebbero decisive per indicare se il prezzo si dirigerà nuovamente verso i minimi o se procederà al rialzo verso area 1,2755. Ma questo è prematuro dirlo; procediamo per gradi e ci adatteremo mano a mano alla nuova situazione.
Vedremo inoltre se potremo considerare il Trimestre del nuovo ciclo Annuale come iniziato il 3 Ottobre o se dovremo farne ripartire il conteggio dal 7 Novembre. Questo dipenderà dalla sosta che il prezzo farà sotto area 1,25007.

Buon trading!

 

Analisi Mar 11 Nov 2014 4h

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Segui il blog il respiro del grafico, Registrati!!!
Articoli dal Network
Mancano ancora dei segnali importanti ma guardando i grafici intermarket sembra proprio che ci s
Da Montalbano ai Cesaroni, da Don Matteo a Rocco Schiavone, quanto costano le case nell’Italia
In molti si sono chiesti in questi giorni: “ma come è possibile far salire i tassi di interes
Ftse Mib: dopo la rottura di ieri dei 22.500 punti l'indice tricolore oggi intende recuperare tale l
Due sono i temi che appassionano da sempre e che hanno impatti mediatici oscillanti a seconda del co
sho Italia, la principessa sullo spread, questo probabilmente sarà il titolo del mio prossimo li
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Et voilà. Intermarket docet. Ne ho parlato copiosamente nei giorni scorsi e soprattutto nel vi
Ftse Mib: il Ftse Mib apre debole oggi e si mantiene ancora sul supporto statico dei 22.500 punti. N
Alla fine avevano ragione loro, Galbraith e Friedman le banche centrali servono a poco o a nulla